Ancora un artista sconfitto dal brutto male del nostro secolo il cancro.

Aveva 62 anni Robin Gibb, celebre voce del gruppo più celebre della disco music, i Bee Gees.

Quella contro il cancro è stata una lunga lotta che lo ha visto colpito ad aprile, quando è stato ricoverato in ospedale dove è andata in coma.

Al suo risveglio la situazione fu chiara, non c’erano possibilità di miglioramento.

Robin e gli altri due fratelli, Maurice, morto nel 2003 per una patologia intestinale e Barry, erano i Bee Gees, il gruppo che, negli anni ’70 ha reso la disco music un genere diffuso e amato in tutto il mondo.

La loro storia inizia a fine anni ’60 quando il padre dei tre invia la loro demo a Brian Epstein, manager dei Beatles, che a sua volta la spedisce a Robert Stigwood, che scritturerà il gruppo per cinque anni.

Da lì il primo singolo ‘New York Mining Disaster 1941’ che entra nella top 20 di Regno Unito e Stati Uniti.

Per il film ‘La febbre del sabato sera’ scrissero tre brani noti a tutti, ‘Night Fever’, Staying alive’ e ‘How deep iso your love’.

La storia del gruppo terminò nel 2003 quanto Maurice morì e gli altri due fratelli decisero che non si sarebbero più esibiti.