Dopo il successo della passata edizione, torna dal 23 al 29 marzo la #MuseumWeek 2015: sette giorni di hashtag, eventi e condivisioni che animeranno i musei di tutto il mondo. Per il secondo anno consecutivo, Twitter rilancia infatti l’iniziativa #MuseumWeek, nata dalla collaborazione con una dozzina di community manager di musei e istituzioni culturali francesi. Lo scorso anno l’iniziativa raccolse oltre 260.000 tweet, con il coinvolgimento di 630 musei in tutta Europa, uniti dall’ambizioso obiettivo di rendere accessibile la cultura a chiunque, ovunque nel mondo. Obiettivo che per questa #MuseumWeek 2015 punta ancora più in alto, nel duplice intento di estendere il progetto a una dimensione globale e accedere ad un pubblico ancora più ampio, sempre attraverso una modalità ludica e partecipativa.

Durante la settimana che Twitter dedica alla cultura, i più grandi musei del mondo apriranno dunque virtualmente le loro porte, raccontando le storie delle opere che custodiscono e dialogando con i visitatori attraverso sette temi e sette hashtag (#secretsMW; #souvenirsMW; #architectureMW; #inspirationMW; #familyMW; #favMW; #poseMW).

Ad oggi hanno aderito all’iniziativa circa 1.400 musei, di cui 143 italiani, fra cui il Museo MAXXI di Roma, i Mosaici di Ravenna, il Museo della Scienza e la Reggia di Colorno, la Venaria di Torino, il Museo Madre di Napoli, il museo di Palazzo Reale a Genova e il network bolognese del percorso Genus Bononiae, mentre a Milano, tra gli altri, partecipano il Museo del Novecento e la Pinacoteca di Brera.

7 giorni dunque, per 7 temi e 7 hashtag: si comincia lunedì 23 marzo (#secretsMW) con la scoperta della vita quotidiana e i “dietro le quinte” dei musei; martedì (#souvenirsMW) si inviterà il pubblico a condividere ricordi di visite precedenti; mercoledì (#architectureMW) i musei  sveleranno la storia dell’edificio e del quartiere ospitante; giovedì (#inspirationMW) sarà invece l’occasione per i follower di immortalare con una foto l’arte, la scienza e la storia intorno a loro; venerdì (#familyMW) sarà quindi il giorno per presentare l’offerta dedicata a scuole e famiglie, mentre sabato (#favMW) si chiederà di condividere con foto e video il momento o l’opera che più ci ha colpiti durante la visita al museo. Domenica 29 marzo, infine, con l’hashtag #poseMW, spazio ai selfie scattati all’interno delle istituzioni museali. Come se ne deduce, durante i primi giorni dell’iniziativa i temi sono stati selezionati per incoraggiare la comunicazione online, mentre nella parte finale, durante il week end, l’attenzione sarà tutta rivolta alla partecipazione attiva di chi sta visitando il museo.

Dal Louvre al British Museum, dal MAM al Metropolitan Museum of Art, sono davvero tantissimi i musei che parteciperanno alla #MuseumWeek 2015: dall’Australia la National Gallery, dal Qatar il Museum of Islamic Art, dalla Turchia l’Istanbul Modern, e ancora il Musée d’Orsay, il Centre Pompidou e Versailles, il Museo Nacional del Prado dalla Spagna, il Van Gogh Museum dai Paesi Bassi, la National Portrait Gallery e il sito archeologico di Stonehenge dal Regno Unito, il San Francisco Museum of Modern Art e la National Gallery of Art dagli Stati Uniti e il MAM di São Paulo dal Brasile.

Insomma, ovunque si trovi nel mondo, dal 23 al 29 marzo il popolo di Twitter è invitato a partecipare attivamente alla #MuseumWeek, condividendo la propria esperienza al museo, perché la cultura è anche e soprattutto comunicazione e condivisione.