Si chiamano Ius Soli e Ius Sanguinis e sono gli ordinamenti che regolano il diritto ala cittadinanza.

Si distinguono poiché, detto brevemente, il primo concede il diritto alla cittadinanza a seconda dello Stato in cui si è nati, il secondo a seconda della cittadinanza dei propri genitori.

In Italia, vige il diritto di sangue, il che significa che uno straniero che nasce in Italia, se i suoi genitori non sono italiani, non ha la cittadinanza italiana.

Vi spieghiamo questo perché, nel nostro Paese, sempre di più solo le manifestazioni che richiedono il passaggio allo ius soli, come accadrà per esempio a Roma, oggi, quando dalle 17:00 alle 22:00, presso la Piazza San Silvestro, andrà in scena il ‘Chi nasce qui, è di qui’.

Si tratta di una giornata musicale che vedrà protagonista Simone Cristicchi e l’rOchestraccia, ma anche molti artisti di seconda generazione che porteranno sul palco romano le loro doti artistiche musicali.

Ci sarà infatti Amir, rapper che aprirà la giornata, ma anche Sandro Joyeux, francese di origini nordafricane e Awa Ly, senegalese.

A presentare lo spettacolo ci sarà Iman Sabbah, giornalista di Rainews24 di origini israeliane.

Questo concerto sostiene la campagna ‘L’Italia sono anch’io’ che in questi mesi sta promuovendo proprio il principio dello ius soli, già sostenuto da Romano Prodi, Rita Levi Montalcini, Nicola Piovani, Andrea Camilleri, Roberto Saviano e Stefano Rodotà.