Un’operazione sempre più richiesta per ottenere condizioni migliori

La domanda di surroga del mutuo va crescendo. È un’ovvia conseguenza della crisi in atto. I tempi sono difficili, il lavoro scarseggia e i prezzi al consumo sono sempre più al rialzo. Tanti buoni motivi, quindi, per chi fa fatica a pagare la rata di mutuo, ricorrere alla surroga nella speranza di ottenere condizioni migliori da una banca diversa da quella con la quale ha già in corso un mutuo.

Le ultime analisi del mercato mutui confermano il crescente aumento delle richieste di surroga fino al 20% sul totale delle domande di mutuo degli ultimi mesi. Le offerte sul mercato sono diverse: ad esempio la surroga mutuo unicredit, la surroga mutuo oppure la surroga mutuo inpdap per i dipendenti statali.

La surroga del mutuo è una valida alternativa: è possibile, infatti, spostare il proprio prestito immobiliare ad una banca che garantisce condizioni migliori per il rimborso del mutuo aperto. Per essere più chiari, viene aperto un nuovo mutuo utilizzando l’ipoteca originaria del vecchio prestito.

Formalmente per una surroga mutuo a tasso fisso ma anche per la surroga mutuo a tasso variabile si inoltra la richiesta alla nuova banca che acquisisce dall’altra banca l’importo del debito residuo: con la banca che subentra vengono stabilite condizioni e tempi precisi per concludere la surroga.

La banca originaria comunica entro dieci giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta il debito residuo e conferma la data in cui sarà formalizzata l’operazione di surroga mutuo. La surroga mutuo o trasferimento mutuo può essere formalizzata dalla nuova banca con una scrittura privata autenticata ma anche mediante un atto pubblico, per i quali è previsto l’intervento del notaio.

Con la surroga si può modificare il tipo di tasso, valori di spread e tasso, durata e la banca, naturalmente. Per questa operazione non sono previste la commissione bancaria e l’imposta sostitutiva. Le spese dell’atto notarile, generalmente inferiore rispetto all’apertura generica di un mutuo, spesso vengono sostenute dalla nuova banca.