Certe volte, il pensiero di dover frugare per interminabili momenti nella mia borsa nel tentativo di prendere le chiavi di casa mi mette così ansia che preferisco prenderle prima di uscire dall’auto/pullman/bar/supermercato ecc. Se potessi sommare i secondi persi a cercare un qualsiasi oggetto nelle mie borse sempre troppo grandi, molto probabilmente il risultato mi manderebbe dritta dritta in paranoia.

Mi sono sempre chiesta come mai l’uomo sia riuscito a trovare un modo per andare nello spazio, ma non per tenere in ordine le borse delle donne. E, invece, t’oh!, qualcuno ci aveva già pensato e, ovviamente, questo qualcuno è una donna.

L’idea di MyPoppins’bag (il richiamo alla borsa di Mary Poppins era inevitabile) nasce dalla mente creativa di Marta Galliani, una ragazza che, dopo aver lavorato per marchi di alta Moda quali Jil Sander e Maison Martin Margiela, ha scelto di mettersi in gioco con un brand tutto nuovo: MartainMarte.

La prerogativa di MartainMarte è quella di creare collezioni di borse colorate, originali e intelligenti, dove ogni cosa ha il suo posto. All’interno di ogni modello, infatti, è cucita una tasca per ognuno degli oggetti che non possono mai mancare nella borsa di una donna: la tasca per la palette di trucchi, la tasca per il portafoglio, per lo specchietto, l’ombrello, il cellulare, gli occhiali da sole e – indovinate un po’? – LE CHIAVI.

I modelli sono tre: Jour, per il giorno, Midi, per ogni momento della giornata, e Nuit, per la sera. Il progetto è totalmente dedicato al made in Italy, i prodotti sono concepiti per durare nel tempo e realizzati da artigiani italiani, maestri nella lavorazione della pelle. I colori sono quattro: rosa cipria, nero, verde acqua, mandarino; tutto ciò che è rappresentato all’esterno della borsa come un disegno cucito ha la sua tasca corrispondente all’interno, ed è questo il vero trucco per non perdere più niente e, soprattutto, per non perdere più tempo.

Seguite Laura Manfredi anche sul suo blog Rock’n’Mode