L’aggettivo francese naïf deriva dal latino “nativus”, nel senso di “primitivo, ingenuo”; per lo più utilizzato in italiano come invariantivo e scritto senza dieresi.

Con il termine naif si è soliti riferirsi alla corrente pittorica inaugurata da H. Rousseau il Doganiere, i cui esponenti sono solitamente pittori autodidatti, che dipingono in maniera istintiva, senza seguire tecniche accademiche o particolari correnti stilistiche, rappresentando con semplicità e candore aspetti comuni della vita quotidiana, che diviene così visione poetica e magica della realtà.

Si tratta di una pittura caratterizzata dalla semplicità, fatta di colori forti, tratto elementare, prospettive irreali e soggetti tratti dalla vita quotidiana, rurale o familiare. I pittori naif offrono un’interpretazione ingenua, istintiva ed immediata della realtà, affidata alla magia del colore e ricca di spunti fantastici, ma carica di grande suggestione.

L’arte naif conosce grande diffusione in seguito all’esposizione al Salon des Indépendants del 1886 delle opere di H. Rousseau il Doganiere, suscitando, dai primi anni del Novecento, l’interesse di artisti, scrittori e collezionisti. La sua scoperta suscitava infatti lo stesso fascino delle arti delle popolazioni primitive, da cui il nome di “neo-primitivi” o “primitivi del 20° sec.” attribuito ai pittori naif.

Trattandosi di un atteggiamento espressivo-esistenziale più che di una vera e propria corrente stilistica, lo stile naif ha quindi trovato larghissimo seguito, tanto che, per estensione, nel linguaggio comune naif è divenuto sinonimo di persona semplice e genuina, il cui modo di fare esprime candore e ingenuità, ma anche spiccata creatività ed originalità.

Una persona naif tende a vivere fuori dagli schemi ed è spesso considerata un po’ “sopra le righe”; il suo look (look naif) rispecchia il suo particolare approccio alla quotidianità e si compone di colori e linee morbide, abiti femminili e tessuti che richiamano romanticismo e innocenza. Particolare importanza rivestono poi gli accessori: borse, collane, cappelli, occhiali, fiori tra i capelli, nastri e calzini con volant o ricami.

Sinonimi di naif possono essere considerati: candido, ingenuo, istintivo, nature, primitivo, schietto.