Il Natale è stato fatale a un boss della camorra di Napoli, il 46enne Claudio Orefice noto come “O Cunfettar”: latitante, da tempo, è stato trovato da carabinieri grazie alla visita che i parenti hanno deciso di fargli per le festività.

Le forze dell’ordine lo hanno infatti arrestato nella sua villetta isolata di Monteruscello, un paesino in provincia di Napoli, dove si erano recati parenti e amici: inutili tutte le precauzioni prese comprensive di cambio di vetture e deviazioni dal percorso più lineare, dato che i carabinieri sono riusciti a seguire la pista e arrivare al covo in cui si nascondeva il boss.

Una volta approntato un team d’assalto le forze dell’ordine hanno accerchiato l’abitazione e verso l’alba della giornata di oggi hanno fatto irruzione nella villa, dove Orefice non ha posto resistenza alcuna all’arresto.

Stando agli investigatori Claudio Orefice sarebbe l’attuale reggente del clan conosciuto come “Vinella grassi”, un gruppo che deve il proprio nome dal quartiere di Secondigliano in cui ha costruito un proficuo mercato legato al narcotraffico.

Il boss si trovava in fuga dal settembre dello scorso anno, quando era stato condannato a 20 anni di carcere per i reati di traffico di stupefacenti e associazione a delinquere di stampo mafioso.