Se pensavate di averle sentite (e viste) tutte, vi siete proprio sbagliati. Sembra una storia surreale, eppure è accaduta a Napoli dove una giovane down è stata candidata – rigorosamente a sua insaputa – alle ultime elezioni al Consiglio comunale. Una scoperta che è stata possibile solo quando la Corte di Appello le ha chiesto di presentare il rendiconto delle spese e dei contributi elettorali. Ma quali spese e quali contributi?

Federica, questo il suo nome, venne collocata in una lista al sedicesimo posto in una lista civica di Napoli: peccato che né lei né i suoi genitori ne sapessero qualcosa.

Ragazza down non è mai andata a votare

I beninformati hanno fatto sapere che non si tratterebbe affatto del primo caso. Intanto i genitori della ragazza hanno espresso la volontà di sporgere denuncia. “Federica nella sua vita non era mai andata neanche a votare. L’impiegato dell’ufficio competente per le pratiche elettorali non si è per nulla meravigliato. Anzi, il problema lo conosceva già molto bene: prima di noi erano arrivati altri sette, otto disabili, pure una ragazza in carrozzella, e tutti candidati a loro insaputa ha dichiarato la madre della ragazza, così come riportato da “Il Mattino”.

Ragazza down candidata senza saperlo

“Se è vero quello che ci hanno detto a Palazzo San Giacomo, ci sarebbe un bel numero di disabili inseriti, senza che ne sappiano qualcosa, nelle liste elettorali per le Comunali. E’ un atto gravissimo” hanno fatto sapere i genitori di Federica.