Il consigliere campano Francesco Emilio Borrelli denuncia che alcuni anziani vengono abbandonati negli ospedali di Napoli utilizzati come ospizi durante le ferie estive. Un malcostume tutto italiano ma soprattuto un fenomeno che, anno dopo anno, sta prendendo sempre più piede è quello di “parcheggiare” gli anziani per qualche giorno negli ospedali per concedersi il riposo delle ferie estive. L’atteggiamento che denuncia il consigliere alla Regione Campania Borrelli, eletto tra le fila dei Verdi, raggiunge il paradossale e forse è dovuto al fatto che alcune direzioni sanitarie siano conniventi verso questo malcostume che è avvilente per gli anziani e dispendioso per le casse dello Stato.

Borrelli, in una nota e su Facebook, denuncia: “Sempre più spesso si assiste all’inqualificabile comportamento di persone che ‘parcheggiano’ gli anziani nelle strutture ospedaliere napoletane per poter andare tranquillamente qualche giorno in vacanza, tornando poi a riprenderli al termine delle ferie. Chiedo alla direzioni sanitarie di segnalare alle autorità preposte tutti coloro che utilizzano gli ospedali come ospizi a carico dei contribuenti prendendo al tempo stesso gli opportuni provvedimenti amministrativi per limitare i danni economici causati dai soliti furbetti che non si fanno scrupolo di abbandonare un proprio caro”. 

La denuncia del consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli, componente della Commissione Sanità continua: “Quello dell’abbandono degli anziani è purtroppo un fenomeno in crescita che, complice la diminuzione dei medici di base in servizio, comporta l’ingolfamento dei nosocomi nel periodo estivo affaticando oltremodo le strutture ospedaliere e sottraendo posti preziosi a quanti necessitano realmente di un ricovero”.

La richiesta è rivolta alle direzioni sanitarie che segnalino alle autorità preposte coloro che usano gli ospedali come ospizi a carico dei cittadini.