Ancora una tragedia sui binari ferroviari: questa volta a Casalnuovo, in provincia di Napoli, dove nella serata di ieri una ragazza, in compagnia di due amici, è stata travolta da un treno.

Il terzetto infatti aveva scelto di attraversare i binari nonostante la sbarra del passaggio a livello fosse stata calata. Il convoglio ferroviario dell’alta velocità di Italo è passato come un fulmine, travolgendo una ventenne, Raffaella Ascione, di 20 anni, professione barista.

Nell’incidente è rimasta coinvolta anche un’amica di Raffaella, di 22 anni, che è stata ferita ed è stata trasportata d’urgenza all’ospedale, ma le sue condizioni non sembrano essere gravi; illeso invece il giovane di 26 anni che si trovava con loro.

La stazione ferroviaria di Casalnuovo dispone di ben tre passaggi a livello, ma toccherà ai carabinieri effettuare i primi rilevi per verificare eventuali responsabilità e ascoltare le testimonianze di coloro che hanno assistito al terribile incidente. Pare molto probabile che i tre giovani abbiano preso troppo alla leggere il segnale di avvertimento e non si siano accorti dell’arrivo imminente del treno.

Solo lo scorso 21 aprile era avvenuto un caso molto simile a Milano, quando una ragazza era stata uccisa da un Frecciarossa dopo aver attraversato i binari ferroviari: forse fatale l’uso delle cuffie per ascoltare la musica, che l’avrebbero isolata acusticamente rendendo impossibile l’ascolto degli annunci. La settimana precedente era stato il turno di un writer, deceduto in circostanze analoghe.

Da quanto si apprende dalle statistiche ufficiali dell’Ansf – l’Autorità nazionale per la sicurezza nelle ferrovie – incidenti di questo tipo sarebbero in aumento: si parla dell’11% rispetto all’anno scorso. Solo nel 2015 sono morte 59 persone per disgrazie simili, e altre 41 sono rimaste gravemente ferite.