Nessuno la voleva perché affetta da sindrome di down: e così la piccola ha trovato una famiglia composta da una sola persona, l’unica che non ha detto di no all’affidamento. La neonata, infatti, era stata abbandonata dalla madre in un ospedale partenopeo e poi era partito l’iter di affido così come stabilito dal Tribunale dei Minori che ha subito contattato alcune famiglie in lista d’attesa. In 7 hanno rifiutato quando hanno saputo che la bimba era down. A quel punto i giudici di Napoli hanno deciso di affidarla ad un papà single: una scelta insolita ma che, in questo caso, sembrava essere la più giusta, sempre nell’esclusivo interesse della minore.

La mamma la abbandona perché down

Teoricamente un papà single non potrebbe adottare una bimba in quanto non coniugato. Ma in questo caso la sua istanza è stata accolta dai giudici: una legge del 1983 dice che, in casi rarissimi, i cittadini non coniugati possono diventare genitori adottivi quando sono coinvolti bambini disabili.

L’unica ad accettarla è un papà single

Adesso per il papà single comincia un periodo di pre-affidamento al termine del quale i giudici napoletani dovranno decidere se rendere definitivo l’inserimento della neonata affetta da sindrome di down nella sua famiglia.