Come tradizionalmente accade, anche oggi a Napoli si è ripetuto il cosiddetto miracolo di San Gennaro: alle 10.05 è stato infatti ufficialmente annunciato lo scioglimento del sangue, tra le grida di gioia dei fedeli.

Verranno tempo migliori”, è questo il grido che riecheggia nel Duomo di Napoli, dopo la celebrazione del rito da parte del cardinale Crescenzio Sepe, accompagnato come al solito dallo sventolio di un fazzoletto bianco di un membro della Deputazione di San Gennaro.

Il cardinale ha ha dichiarato durante la Messa di non aver dovuto fare molto, questa volta: “Quando ho aperto la cassaforte, il sangue si era sciolto già. Grazie al Signore che ha manifestato ancora una volta la sua bontà”.

Presenti molti personaggi pubblici durante la celebrazione del miracolo di San Gennaro: il sindaco Luigi De Magistris è stato visto sul sagrato della cattedrale, insieme al governatore della Regione Vincenzo De Luca, mentre in chiesa è stato avvistato Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera e candidato premier per il Movimento 5 Stelle.

Imponenti le misure di sicurezza, con l’istallazione di blocchi di new jersey lungo il perimetro circostante il Duomo, controlli approfonditi e oltre 200 uomini tra agenti delle forze dell’ordine in servizio, Protezione Civile e Croce Rossa.