Ennesima sparatoria a Napoli. Ancora una scia di sangue che stavolta ha fatto una vittima: si tratta di un 30enne, ritenuto – dagli inquirenti – un pregiudicato legato al clan della Vannella Grassi. Un’altra persona, invece, è rimasta gravemente ferita: adesso si trova nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Cardarelli di Napoli. Un agguato, di stampo camorristico, che si è registrato ieri pomeriggio a Scampia, nella periferia di Napoli, nella quale sarebbero stati sparati diversi colpi d’arma da fuoco nei pressi dell’abitazione della vittima la quale, secondo le forze dell’ordine, aveva già diversi precedenti a suo carico.

Sparatoria a Scampia, un ragazzo è in pericolo di vita

La vittima e l’altro ragazzo gravemente ferito, subito dopo la sparatoria, sono stati soccorsi dagli abitanti di Scampia che li hanno accompagnati in ospedale. Per il 30enne, però, non c’è stato niente da fare: è deceduto subito dopo. L’altro ragazzo, invece, sta lottando tra la vita e la morte.

Intanto gli investigatori hanno aperto un’indagine – dopo aver trovato una lunga scia di sangue – per chiarire la dinamica dei fatti e per risalire agli autori del tragico gesto. Si presume che l’omicidio sia maturato in ambito camorristico, tra clan che si contendono il mercato della droga a Scampia.