Terrore a Napoli dove ieri sera un uomo di 53 anni, Mario Volpicelli, è stato ucciso con alcuni colpi di pistola alla testa a Ponticelli mentre stava tornando a casa con le buste della spesa. Sul posto è intervenuta la Polizia. Il delitto è avvenuto intorno alle 21:00 nella zona di via Curzio Malaparte. Stando sempre alle prime informazioni fornite dagli investigatori, Volpicelli aveva precedenti per reati in materia di sostanze stupefacenti e sarebbe stato raggiunto da tre colpi alla testa.

I colpi di pistola esplosi nella serata di ieri hanno raggiunto il volto dell’uomo uccidendolo probabilmente sul colpo. Volpicelli lavorava in un negozio che vende prodotti a basso costo e secondo alcune delle notizie trapelate nelle ultime ore, la vittima sembra essere il cognato del boss Ciro Sarno a capo di uno dei clan attivo nella zona. La notizia dell’uccisione di Volpicelli si è diffusa nell’intero quartiere in pochi minuti e molti dei vicini di casa e degli amici di famiglia hanno manifestato la propria rabbia per l’uccisione di “una persona che non c’entrava nulla”, a detta di tanti “una bravissima persona”.

Inoltre secondo gli inquirenti l’omicidio di Mario Volpicelli, che era anche zio di Gennaro De Micco, potrebbe essere la risposta dei D’Amico all’omicidio eccellente del 2015, quello di Nunzia D’Amico. Stando alle ultime informazioni, infatti, a Ponticelli il controllo delle attività illegali è conteso proprio da queste due famiglie.