“Non potevo mancare qui visto il temporaneo prolungamento del mio mandato, che cerco di esercitare nei limiti del possibile fermamente e rigorosamente nell’interesse generale del Paese”, con questa parole il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è intervenuto alla cerimonia per l’annuncio dei candidati della 58esima edizione dei premi David di Donatello al Quirinale.

Per il capo dello Stato, “L’interesse del Paese suggerisce cambiamenti e riforme in molti campi, anche in quello istituzionale”, poi l’appello alle riforme, “Quando dico che l’Italia ha bisogno di cambiamenti dico che bisogna liberarsi da schemi del passato, c’è bisogno di visioni più aperte che sprigionino energie innovative e qualità di crescita”.

Giorgio Napolitano con quel suo “temporaneo prolungamento del mio mandato” non lascia dubbi a interpretazione e conferma ancora una volta che il suo bis al Colle é a scadenza legando la sua permanenza alla presidenza della repubblica alle riforme, a partire da quelle istituzionali. Ovviamente il capo dello Stato non fornisce date.

Il premier Matteo Renzi sarebbe comunque intenzionato a chiedergli un altro “sacrificio”, restare al suo posto almeno fino all’inaugurazione dell’Expo2015.

Tra i suoi possibili sostituti si parla insistentemente dell’attuale ministro della Difesa nel governo Renzi, Roberta Pinotti.