Grande festa nel rione Monti a Roma per il ritorno a casa di Giorgio Napolitano. Dopo aver lasciato il Quirinale dopo 9 anni, il Presidente emerito della Repubblica è stato accolto insieme alla moglie Clio dall’abbraccio dei suoi “vicini di casa” nel quartiere dov’è tornato a vivere.

Primo nella storia della Repubblica ad aver svolto un secondo mandato presidenziale durato 2 anni, Giorgio Napolitano, classe 1925, ha rassegnato le dimissioni il 14 gennaio diventando senatore di diritto e a vita, ruolo con il quale è già tornato al lavoro nel suo nuovo ufficio di Palazzo Giustiniani. “Ho fatto quello che ho potuto finché ne ho avuto le forze meglio lasciare quando si è ancora in piedi” ha detto Napolitano alla folla di sostenitori e giornalisti che lo ha aspettato per ore. ”Uomo o donna che sia – ha poi aggiunto - auguro a chi mi succederà di fare bene il proprio lavoro, applicarsi molto ai problemi e alle leggi e soprattutto è importante che si torni, dopo un periodo eccezionale, alla normalità”.

All’ex Presidente della Repubblica e alla sua consorte è stata offerta una torta millefoglie dalle dimensioni gigantesche di circa 8 Kg decorata con le sfumature del tricolore italiano. La creazione è stata realizzata dal pasticciere Giorgio Regoli e ordinata da Pietro Stecchiotti, il macellaio di fiducia di Napolitano da oltre 30 anni. Prima di lasciare la festa in suo onore, un brindisi per sancire il “Bentornato a casa” dell’ex Presidente. Oltre ai cittadini della zona, nel rione Monti erano presenti giornalisti, operatori tv e fotografi ancora accalcati intorno al bar nella piazza della Madonna dei Monti, dov’era stato preparato un rinfresco in onore di Napolitano.

Foto InfoPhoto