Narcotizza, violenta e filma la ex per poi ricattarla. Una brutta storia che inizia più di un mese fa. Era il 24 marzo ed un uomo – un medico romano di 64 anni, le generalità non sono note – invita la sua ex-convivente – una donna romana che ha un anno in meno del protagonista di questa brutta storia – a trascorrere una serata a casa sua. Dopo cena lei cade in un sonno profondo. Anche il mattino successivo lei continua ad avere ricordi molto confusi su quello che è successo la sera precedente.

A rendere più chiaro il quadro arriva una telefonata del suo ex, che le chiede 4.000 euro se non vuole che lui divulghi un filmato in cui lei compie atti sessuali con il medico romano. La donna capisce di essere stata narcotizzata e si rivolge ai Carabinieri della Stazione di Ponte Milvio che provvedono prima a raccogliere tutte le prove necessarie e poi determinano l’emissione di un’ordinanza di misura cautelare, emessa dal Tribunale di Roma, che prevede gli arresti domiciliari per l’uomo ed un’accusa di  violenza sessuale e tentata estorsione – l’ordinanza è stata notificata all’uomo ieri.