La Nasa ha diffuso uno spettacolare video in cui viene svelata l’altra faccia della Luna, il misterioso emisfero che rimane sempre nascosto alla vista di noialtri terrestri dalla coincidenza dei tempi di rotazione del satellite su se stesso e di rivoluzione attorno al nostro pianeta. Utilizzando le immagini e i dati raccolti in quasi cinque anni dalla sonda spaziale Lunar Reconnaissance Orbiter, gli scienziati dell’ente spaziale statunitense hanno preparato un’animazione in cui è possibile ammirare tutte le fasi lunari come se ci trovassimo alle spalle del nostro compagno cosmico:

Il lato oscuro, dopotutto, non è sempre oscuro: “Anche l’altra faccia segue un ciclo completo“, spiega infatti la Nasa, “la differenza sta piuttosto nelle caratteristiche del suolo lunare: sul lato nascosto della Luna ci sono meno macchie scure, quelle che chiamiamo mari, ma ci sono molti crateri di qualunque dimensione“, incluso il Bacino Polo Sud-Aitken, il più grande cratere da impatto meteoritico dell’intero sistema solare.

A voler essere precisi, non si tratta della prima volta in assoluto in cui il lato nascosto della Luna è stato immortalato dall’uomo. Anche se magari agli americani non farà piacere, furono i cosmonauti sovietici a raccogliere la prima immagine della storia del retro del satellite, grazie alla sonda Luna 3. Certo, 56 anni fa non c’era la computer grafica.