È nato il nuovo Governo italiano. M5s e Lega hanno trovato un accordo: Conte premier e una lista di Ministri che stavolta è stata approvata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Giovanni Tria va al Ministero dell’Economia al posto di Paolo Savona. Quest’ultimo avrà le deleghe alle Politiche europee. Luigi Di Maio e Matteo Salvini, autori di questo “patto” e rispettivamente leader del M5s e della Lega, saranno vicepresidenti.

Chi sono i ministri. A parte Tria (sostenitore della flat tax) all’Economia e Paolo Savona agli Affari Europei, ci sono Enzo Moavero Milanesi agli Esteri; Elisabetta Trenta alla Difesa, Alfonso Bonafede alla Giustizia, Giulia Grillo alla Sanità, Riccardo Fraccaro ai Rapporti con il Parlamento, Danilo Toninelli alle Infrastrutture, Marco Bussetti all’Istruzione e Alberto Bonisoli ai Beni Culturali. Matteo Salvini sarà Ministro dell’Interno mentre Di Maio Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico. 

“Lavoreremo intensamente per realizzare gli obiettivi del contratto, lavoreremo con determinazione per migliorare la qualità di vita di tutti gli italiani”, sono le prime parole di Conte da premier. Il voto di fiducia in Parlamento è previsto all’inizio della prossima settimana. A dire no sarà Forza Italia ma soprattutto il Partito Democratico che ha annunciato di voler “costruire l’alternativa al governo populista”. Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni dovrebbe scegliere l’astensione dal voto ma non ostacolerà la formazione del Governo.

“E’ stato un grande onore servire il Paese anche se per poco. Un governo politico è di gran lunga la migliore soluzione anche per l’incertezza che deriverebbe dalle elezioni” ha dichiarato infine Carlo Cottarelli, inizialmente chiamato da Mattarella alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.