E’ agghiacciante quello che ha scoperto la polizia in un’abitazione di Pescia, in provincia di Pistoia, dove è stato rinvenuto il corpo, ormai in avanzato stato di decomposizione, di una donna di 90 anni. Nessuno aveva denunciato la morte della signora al solo scopo di riscuotere la sua pensione. Il corpo dell’anziana, infatti, era stato avvolto in coperte e sacchi e ben occultato nell’angolo di una stanza.

A preoccupare i vicini di casa, che hanno chiamato la polizia, erano stati gli odori che provenivano da quell’appartamento.

Cadavere in avanzato stato di decomposizione

Secondo gli inquirenti, dunque, il figlio di 51 anni, che viveva in casa con la donna, non avrebbe denunciato la sua morte per continuare a riscuotere la pensione. L’Inps, dunque, avrebbe continuato ad erogare l’assegno che spettava all’anziana donna che, però, era morta. Ad intascare quelle somme, di fatto, era il figlio che adesso dovrà rispondere di truffa ai danni dello Stato e occultamento di cadavere.

Cadavere ritrovato avvolto in coperte e sacchi

L’anziana donna – che i vicini di casa non vedevano più da tempo – era vedova da dieci anni. In casa viveva col figlio di 51 anni che, però, pur di non denunciare la sua morte ed intascare la pensione, ha preferito tenere in casa il corpo della madre.