Siete pronti a gestire i parenti che ogni anno affollano le vostre case? Tra litigi, suocere ficcanaso e incomprensioni su cosa cucinare. Un momento delicatissimo per l’equilibrio della famiglia che comprende anche la gestione dei cosiddetti “parenti serpenti”. A stilare una guida per non lasciarsi prendere dallo stress è TgCom24 che raccomanda anzitutto di avere un buon umore, di presentarsi tranquilli alla cena della vigilia di Natale e al pranzo del giorno successivo. Lasciate fuori i problemi quotidiani, dedicatevi ai vostri affetti, ridete, scherzate ed evitate inutili polemiche o lamentele.

Natale 2016, no a discussioni complesse a tavola

E’ fondamentale scegliere bene i posti a tavola, evitando di sedersi accanto al parente che più non si sopporta o con il quale non ci sono buoni rapporti. Evitate la vicinanza, potrebbe far scattare “scintille”. Evitate di intraprendere discussioni complesse, lasciatevi andare ad argomenti più frivoli, adatti alla giornata di Natale, magari proponendo – a fine pasto – una bella giocata a carte. O, se ci sono bambini, anche una tombola.

Natale 2016, evitate battute al veleno

Tutto diventa più semplice in presenza di bambini che rallegrano la giornata, fanno distrarre gli adulti ed evitano battute al veleno a tavola. Insomma sangue freddo e tanta pazienza.. anche questo Natale con i “parenti serpenti” sta per terminare!