Un barcone carico di migranti ha subito un naufragio a largo del porto di Zuara, in Libia. Al momento il bilancio provvisorio fa segnare trentuno vittime. A bordo del barcone sarebbero state presenti almeno cinquecento persone: il mezzo si sarebbe rovesciato a causa di un’onda oppure a causa del movimento delle persone a bordo. Almeno duecento migranti sarebbero caduti in mare in seguito al naufragio, altri duecento sarebbero stati subito soccorsi e salvati.

Ad intervenire nelle operazioni di soccorso, la Centrale operativa di Roma, che ha coordinato l’intervento. I corpi recuperati, al momento, sarebbero trentuno e altre navi starebbero raggiungendo il luogo del naufragio per cercare di salvare quante più vite possibile. Al momento non risulterebbero altri dispersi.

L’arrivo di diversi barconi è stato favorito e potrebbe essere favorito nelle prossime ore e nei prossimi giorni dalle condizioni meteo favorevoli.  La Guardia Costiera italiana starebbe attualmente coordinando almeno quindici operazioni di soccorso, in cui sarebbero impegnati anche un pattugliatore e tre motovedette.