Mentre a nord sembra essere scoppiata la primavera, a sud si combatte contro il mal tempo che sta causando gravi danni alle città.

In particolare, nel siracusano, a nord-est della città, a Santa Panagia, una nave cisterna si è incagliata sugli scogli.

I tentativi di soccorso sono disturbati e rallentati dalle pessime condizioni meteorologiche, ma continuano nel tentativo di liberare l’imbarcazione.

La ‘Gelso M’ si stava dirigendo Augusta quando, sabato scorso, una forte mareggiata, ha deviato il percorso verso gli scogli.

Immediati i soccorsi della guarda costiera e di due elicotteri che hanno salvato i membri dell’equipaggio.

Al momento non risulta possibile applicare le panne galleggianti di contenimento che dovrebbero proteggere lo scafo, così da evitare la fuoriuscita di 300 tonnellate di carburante trasportate. Forse si tenterà domani, quando le condizioni meteorologiche dovrebbero essere migliori.

È necessario comunque intervenire quanto prima, l’imbarcazione attualmente ha un’inclinazione di 40/45 gradi.

In aiuto della ‘Gelso M’ è intervenuta la ‘Smit’, la stessa azienda che sta lavorando al recupero della Costa Concordia.