La Direzione distrettuale antimafia di Milano ha proceduto all’arresto di 59 indagati  all’interno della cosca appartenente alla ‘ndrangheta Libri – De Stefano – Tegano. I reati contestati a vario titolo sono quelli di associazione di tipo mafioso, corruzione di pubblico ufficiale, estorsione, traffico di armi, associazione finalizzata al traffico internazionale illecito di sostanze stupefacenti.

Per l’operazione sono stati impiegati circa quattrocento uomo delle forze dell’ordine, in tutto il territorio nazionale. Il lavoro di indagine ha permesso quindi di acquisire gravi e significativi elementi di responsabilità in relazione alle moderne modalità di infiltrazione mafiosa nel settore economico e imprenditoriale della Regione Lombardia, da tempo ormai indicata come una delle zone con la più alta presenza di ‘ndrangheta.

Gli appartenenti alla cosca mafiosa si occupavano di fornire protezione agli imprenditori locali, grazie alla minaccia dell’estorsione, e condizionavano l’aggiudicazione dei contratti di forniture e prestazioni d’opera corrompendo i pubblici ufficiali. Ingente anche il traffico illecito di sostanze stupefacenti provenienti dall’estero, come cocaina, hashish e marijuana.