Quaranta arresti in tutta Italia: a finire nel mirino degli inquirenti sono persone affiliate o vicine ai clan della Piana di Gioia Tauro. Blitz in Calabria ma anche in Lazio, Liguria e Piemonte per volere della Dda di Reggio Calabria. Ad agevolare le loro attività ci sarebbero stati persino politici locali, regionali e nazionali originari di Reggio Calabria tra cui anche un senatore di Gal. Per lui i magistrati avrebbero richiesto l’arresto qualche giorno fa.

Le mani sugli appalti del Terzo Valico

Gli investigatori dello Sco e della Squadra Mobile oltre che dei reparti della Dia vogliono far luce sulle attività dei clan di ‘ndrangheta Raso-Gullace-Albanese ma anche Parrello-Gagliostro che avrebbero operato non solo nella provincia di Reggio Calabria ma anche in Liguria mettendo le mani persino negli appalti del Terzo Valico. In Calabria, però, avrebbero goduto dell’appoggio di funzionari dell’Agenzia delle Entrate e della Commissione Tributaria.

Sequestri per 40 milioni di euro

Le indagini, coordinate dal Servizio Centrale Operativo, sono state dirette dalla Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria e condotte dalla Squadra Mobile di Genova, Reggio Calabria e Savona. Intanto sono stati sequestrati beni mobili, immobili, depositi bancari di società riconducibili ai clan mafiosi per un valore complesso di circa 40 milioni di euro.