Nella serata del 28 dicembre, a Roma, una donna ha partorito e poco dopo ha gettato il neonato nel gabinetto di un fast food all’Eur (il McDonald’s di piazza Luigi Sturzo), per poi scappare. Fortunatamente due ragazze che successivamente sono entrate nel bagno lo hanno trovato. Immediatamente soccorso, è stato portato all’ospedale Sant’Eugenio. E’ ricoverato nel reparto di neonatologia e terapia intensiva neonatale, da dove confermano che ora i parametri vitali del bambino sono buoni. Verranno effettuate delle analisi per verificare che non ci siano infezioni. Il neonato è di carnagione chiara. Il personale dell’ospedale lo ha chiamato Emanuele.

La Polizia sta cercando di risalire alla madre basandosi sulle riprese delle telecamere di sorveglianza. E’ bruna, di carnagione chiara, si sospetta che provenga dall’est europeo. E’ rimasta chiusa in bagno per una ventina di minuti. Poco distante dal locale, davanti ad una fermata dell’autobus, gli agenti hanno trovato una pozza di sangue e dei fazzoletti imbrattati.

Solo due mesi fa un crimine simile è accaduto a Taranto.