È una tragedia che lascia sgomenti quella accaduta a Settimo Torinese, dove un neonato abbandonato in mezzo alla strada poco dopo essere stato partorito è morto dopo essere stato ricoverato in ospedale.

Nel comune in provincia di Torino un ragazzo ha trovato in via Turati 2 il povero bambino: i primi a prestare soccorso al giovane sono stati due netturbini, che hanno avvolto in una tovaglia il piccolo e hanno chiamato le autorità.

I due operatori ecologici hanno dunque chiamato 118 e carabinieri, ma all’arrivo dei sanitari il bambino si trovava già in arresto cardiaco. Dopo essere stato rianimato e intubato il neonato è stato portato al Regina Margherita, ospedale infantile di Torino, dove però non ha retto allo shock, morendo poco dopo essere arrivato nel reparto di rianimazione.

Stando a varie testimonianze, incluse anche quelle dei carabinieri, il piccolo riportava una ferita alla testa, forse procurata durante il parto o nel corso dell’abbandono. Il bebè era ancora attaccato al cordone ombelicale, e la sua nascita può essere fatta risalire alla notte di ieri o al massimo in serata.

Sulla vicenda indagano i carabinieri, con un’ipotesi di reato di omicidio volontario: si cercano persone che possano aver visto l’uomo o la donna che hanno abbandonato il bambino. Al vaglio anche le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona, tra cui in particolare quelle della sede della Unipol Sai dislocata nelle vicinanze.

Dolenti le parole del sindaco Fabrizio Puppo: “Questa notizia mi ha letteralmente straziato il cuore, prima di tutto come padre. Un neonato abbandonato per strada è una tragedia che lascia sgomenti, è una sconfitta per tutta la società”.