Svolta nel caso del neonato abbandonato per strada a Torino e ritrovato da due operatori ecologici in servizio. La donna, madre del piccolo, ha confessato l’omicidio ammettendo tutte le sue responsabilità: stando alle prime informazioni, sarebbe stata lei a lanciarlo dal balcone di casa, a Settimo Torinese, subito dopo averlo partorito. Il piccolo, purtroppo, non ce l’ha fatta ed è morto in ospedale.

Neonato abbandonato dalla madre subito dopo il parto

La madre, sottoposta a fermo dopo un lungo interrogatorio dei Carabinieri, è un’italiana di 34 anni, ora accusata di omicidio aggravato. Al momento non emergono responsabilità a carico di altre persone (che potrebbero averla aiutata o che erano a conoscenza del suo folle gesto, ndr): la donna avrebbe fatto tutto da sola. Avrebbe partorito e poi, disperata, avrebbe gettato giù dal balcone il neonato che, dopo qualche ora, è stato ritrovato dagli operatori ecologici che stavano lavorando in quella zona.

Il piccolo, infatti, è stato trovato agonizzante: inutile la corsa in ospedale. Non ce l’ha fatta.