Nella giornata di ieri i carabinieri di Ormelle, un paesino vicino a Treviso, in Veneto, è stato ritrovato il corpo, ormai privo di vita, di un neonato all’interno di un bidone della spazzatura.

Il medico legale che ha seguito il caso ha pubblicato la sua relazione che, nello specifico, dimostra che il piccolo neonato era in vita e in salute sulla base di esami specifici effettuati sulla vittima.

Adesso le forze dell’ordine sono alla ricerca dell’assassino: il neonato era vivo e stava bene dopo il parto e quindi l’accusa per il soggetto è di infanticidio.

Gli investigatori e la Procura sono già al lavoro per cercare più indizi ed informazioni possibile per arrivare ad individuare il colpevole e soprattutto trovare la madre, ammesso e non concesso che possano essere persone diverse. Anzi, gli ultimi casi che hanno riscontrato dinamiche simili hanno portato alla medesima, pessima e becera, conclusione.