Paura a New York, dove si è verificato un pauroso incidente poco prima delle 12 di mattina (ora locale): un’automobile che procedeva in direzione contraria rispetto al senso di marcia si è schiantata contro un gruppo di pedoni che camminavano lungo un marciapiede di Times Square.

L’impatto è avvenuto tra la 7ma e la 42ma strada e al momento il bilancio della tragedia si attesta a un morto e 12 feriti di varia gravità (ma la polizia parla di 20 feriti, smentendo le prime stime dei vigili del fuoco).

Le autorità hanno già fermato il conducente della vettura, una berlina rossa, la quale ha concluso la propria corsa piantandosi contro un paletto stradale. L’uomo, un 26enne proveniente dal Bronx, è stato arrestato: la sua identità è sconosciuta al momento.

Da poco è stato sottoposto ai test per l’uso di alcol e droga, e la polizia si starebbe orientando proprio sulla guida in stato di ebbrezza o di alterazione psicofisica per spiegare la dinamica dell’incidente.

Del tutta esclusa invece la pista terroristica, nonostante le prime testimonianze parlassero di “una deliberata aggressione” e la collaborazione dell’FBI nell’indagine. Il portavoce del presidente USA ha dichiarato che Donald Trump è al corrente dell’accaduto e sta ricevendo aggiornamenti in tempo reale su quanto sta avvenendo a New York.