Philosophy è la nuova griffe del gruppo Aeffe, una griffe mossa dalla creatività di Natalie Rabatesi la quale ha trovato la sua ispirazione per la collezione Primavera/Estate 2014 di Philsophy in una foto vintage di una ragazza a Capri.

Un ritorno al romanticismo e alla fluidità tipica dei tessuti organici quali la ceta, lo chiffon e il lino, che la Rabatesi desiderava da tempo: “Non ne potevo più dei nuovi materialiMi sono detta: perchè non usarlo come tema?”.

Presentata sulle passerelle della New York Fashion Week 2013, Natalie per questa seconda collezione per Philosophy ha prediletto i tradizionali colori di una vacanza “d’antan”: non solo il bianco, ma anche il verde menta e il rosa candy, e ancora un grigio di organza melange. Tonalità delicate indossate da una ragazza che si sveglia “boyish” al mattino e che rifiuta gli standard della modernità ormai omologata. Una ragazza quella di Philosophy che si distingue nella folla per la sua semplicità e per una personalità “easy and cool”.

Abbraccia quello stile un po’ androgino, ma senza abbandonare la sua femminilità innata. La donna di Philosophy si ritrova quasi in bilico tra il maschile e il femminile: sono bassi i suoi sandali, indossa un mix a metà tra lo sportivo e lo street style, come maxi-bomber e pantaloni da skater. E se di giorno i capi che sfoggia tendono ad essere essenziali, di sera si trasforma, tirando fuori tutta la sua femminilità. Qui di seguito la fotogallery della collezione e il video della sfilata.

(Segui Silvia Raffa su makeupandtvseries.it e sui nuovi thestylepedia.com thebeautypedia.com)