Sette persone sono morte nello scontro tra un treno e un’auto avvenuto ieri sera a Valhalla, nella contea di Westchester, 50 chilometri a nord di New York. L’incidente, avvenuto intorno alle 18.30 (00.30 ora italiana) ha coinvolto un convoglio della Metro-North Railroad, che riportava centinaia di pendolari verso le loro abitazioni, e una Jeep Cherokee di color nero.

Secondo le autorità lo scontro si sarebbe verificato all’altezza di un passaggio a livello. La dinamica dell’incidente non è ancora chiara, ma è già stata aperta un’indagine per fare chiarezza su quanto avvenuto, anche perché non è il primo incidente che vede protagonista la Metro-North Railroad – società che gestisce i trasporti nell’area nord di New York.

Secondo le prime ricostruzioni, l’auto (guidata da una donna che è rimasta uccisa nell’impatto), avrebbe attraversato i binari venendo travolta dal convoglio in corsa. Poco dopo lo scontro, come raccontano alcuni testimoni, la motrice del treno si sarebbe incendiata costringendo ad una rapida evacuazione dell’intero convoglio (dieci vagoni con circa 800 persone a bordo). L’impatto, hanno riferito fonti ufficiali, è stato violentissimo: l’auto è stata trascinata sulle rotaie per oltre 150 metri, prima che il treno riuscisse a fermarsi.

Partito alle 17:45 dalla stazione di Grand Central, nel cuore di New York, il treno era diretto a Nord, lungo la Harlem Line. Lo scontro è avvenuto 45 minuti dopo la partenza, ad una trentina di chilometri da Manhattan.

Sul luogo del disastro si è recato il governatore di New York, Andrew Cuomo, mentre il senatore Charles E. Schumer ha divulgato con una nota le sue sentite condoglianze alle famiglie delle vittime.

Photo Credits: Pixabay