A oltre un anno dall’approvazione e dalla conseguente entrata in vigore, in Francia scoppia una nuova polemica sul matrimonio gay. E questa volta l’oppositore è particolarmente celebre, poiché a schierarsi pubblicamente è nientemeno che l’ex Presidente Nicolas Sarkozy. Intervenuto in un dibattito organizzato dal gruppo conservatore Sens Commun, il politico ha affermato come le nozze fra persone dello stesso sesso debbano essere abrogate o, in alternativa, quantomeno riscritte. Senza troppe sorprese, le dichiarazioni hanno già sollevato l’ira dei social network, nonché lo sgomento della comunità LGBT.

Dopo un breve periodo di sostanziale assenza dai riflettori della politica, Nicolas Sarkozy ha deciso di scendere nuovamente in campo, anche in vista delle elezioni del 2017 con cui vorrebbe candidarsi per fronteggiare direttamente il rivale Hollande. Per farlo, ha scelto di ritornare su un argomento che ampiamente sviscerato in passato, nonché risolto dall’attuale forza di governo: quello sul matrimonio gay. Secondo l’ex Presidente, la legge che dall’aprile del 2013 consente le nozze fra persone dello stesso sesso andrebbe al più presto rivista. «Bisognerebbe riscriverla totalmente», spiega, poiché non sarebbe lecito paragonare le coppie omosessuali a quelle fra uomo e donna, soprattutto in materia di adozioni e fecondazione eterologa. Stando a quanto riportato da France 24, i presenti avrebbero quindi chiesto in coro una pronta abrogazione.

La ribattezzata legge Taubira, dall’omonimo ministro della giustizia Christian Taubira, equipara sostanzialmente le coppie dello stesso sesso a quelle tra uomo e donna, anche in materia di diritti e accudimento dei minori. Un simile intervento normativo è arrivato dopo mesi di accesso dibattito politico, nonché di manifestazioni e proteste dall’area più conservatrice dell’opinione pubblica: il movimento delle Sentinelle in Piedi, ad esempio, nasce Oltralpe con i Veilleurs Debout. È proprio a questa corrente che Sarkozy sembrerebbe rivolgersi, in vista di un imminente rilancio sulla scena politica francese.

A margine delle dichiarazioni, lo scorso sabato la società di rilevazioni Ifop ha pubblicato i risultati di un sondaggio in controtendenza rispetto alle posizioni del politico. Il 68% dei francesi è infatti a favore delle nozze omosessuali, di questi il 53% supporta anche le adozioni. E mentre le correnti socialiste già criticano Sarkozy, è sui social network che esplode la bomba: sono in molti su Twitter a commentare la vicenda con parole di fuoco.

Fonti: France 24, The Guardian

Immagine: Nicolas Sarkozy di Guillaume Paumier via Flickr, CC BY 2.0