Sembrava un semplice malore quello di una nigeriana che ieri è svenuta in strada a Biella. I soccorritori, però, una volta giunti sul posto, hanno scoperto che nella borsa c’era un feto. Si ipotizza, dunque, che la giovane sia stata sottoposta ad un aborto clandestino: la donna, infatti, sarebbe una vittima della tratta delle prostitute che vengono quotidianamente sfruttate da un’organizzazione criminale che guadagna sulle loro prestazioni sessuali sulle strade di Biella. Ora la nigeriana si trova ricoverata nel reparto di ginecologia dell’ospedale di Biella Ponderano.

Nigeriana forse vittima della tratta delle prostitute

E’ stato un passante ad allertare i soccorritori dopo aver visto una donna svenuta sul bordo della strada. Al momento, però, risulterebbe impossibile risalire alla sua identità visto che non è stato ritrovato alcun documento né la donna parla in italiano. E’ verosimile, stando alle prime indiscrezioni, che non abbia il permesso di soggiorno e che sia una delle lucciole ”pendolari” che ogni giorno – da città come Torino o Milano – raggiungono Biella.

Nigeriana sottoposta ad aborto clandestino

Non è stata ricostruita la vicenda (dal momento che la donna non parla in italiano, ndr) e non è ancora chiaro se sia stata sottoposta ad un aborto clandestino. Gli inquirenti stanno indagando e non tralasciano nessuna ipotesi.