Incidente al largo di Nizza, che ha coinvolto l’imprenditrice Diana Bracco. Sul suo yacht, infatti, si è sviluppato all’improvviso un incendio piuttosto violento, le cui cause sono al momento sconosciute.

Un’alta colonna di fumo si è levata, visibile da una grande distanza, e l’incidente ha attratto l’attenzione della locale Capitaneria di porto, la quale ha messo in salvo sia la donna che gli ospiti che l’equipaggio. In tutto sulla nave erano presenti 11 persone, tutte fortunatamente illese.

Lo yacht, conosciuto come lo If Only, è poi affondato a circa 700 metri di profondità nei pressi della rada di Cagnes, e si teme che possa essere irrecuperabile. Necessario il traino al largo per evitare che il fumo recasse danno al traffico aereo della zona.

L’imbarcazione da 40 metri è stata costruita più di 40 anni fa dagli olandesi Feadship ed è dunque considerata una barca d’epoca. Negli ultimi anni lo If Only, precedentemente noto come Walanka, era stato al centro di un’inchiesta per presunta evasione fiscale che aveva coinvolto Diana Bracco.

Il 19 ottobre del 2016 la donna, nota sopratutto per il suo ruolo di presidente e amministratore delegato dell’omonimo gruppo farmaceutico, era stata condannata a 2 anni di carcere per frode fiscale (dichiarazione fraudolenta dei redditi attraverso l’emissione di false fatture) appropriazione indebita.