Liberté, Égalité, Fraternité scritto su una lingua d’asfalto sulla quale è impressa l’orma del battistrada di un camion, macchiata di sangue. I principi della Repubblica Francese calpestati. E’ la vignetta di Vauro Senese dedicata alla tragica sera del 14 luglio 2016, quella dell’attentato di Nizza.

Una immagine forte, che non è piaciuta a tutti. Sulla pagina Facebook del vignettista toscano sisusseguono commenti polemici, per usare un eufemismo. C’è chi augura a Vauro la morte, chi gli rinfaccia una mancanza di sensibilità o di essere troppo tenere nei confronti dell’Islam.

“Vauro, quando una vignetta contro l’islam ? non dirmi che ti manca il coraggio , suvvia, metti da parte le matite colorate e tira fuori le palle, aspettiamo con ansia”

“Ma perché non fai qualche vignetta su Maometto o sui tuoi amici islamici. …..cosi magari qualche risorsa della Boldrini ti viene a trovare a casa”.

“Voi comunisti siete una piaga sociale, siete il male del mondo, avete rotto le scatole col buonismo da quattro soldi, siete complici di tutto quello che sta succedendo nel mondo, e le tue vignette, te le puoi mettere………..”.

Alcuni dei commenti più caustici. Ma c’è chi difende l’operato di Vauro:

“Qualcuno ,come a scuola da bambino,dovrebbe rileggere ciò che scrive prima dell’invio(brutta copia/bella copia),Certi commenti sono troppo violenti.Io penso:”Se Vauro non vi piace, perchè lo guardate?”