“Ho sbagliato, potevo uccidermi io e così avrei evitato questo casino” avrebbe dichiarato il fidanzato di Noemi, la ragazza di 16 anni uccisa a Lecce. Secondo le ultime informazioni, il giovane si starebbe continuando a disperare per quanto fatto e si teme che possa compiere gesti estremi: per questo motivo viene tenuto costantemente sotto controllo. Ieri la confessione choc che i suoi genitori hanno appreso durante un’intervista a “Chi l’ha visto?”, il programma di Rai 3 condotto da Federica Sciarelli. All’uscita dalla stazione dei carabinieri, dove il giovane è stato interrogato per ore alla presenza del suo difensore, lo attendeva una folla pronta a linciarlo: solo grazie ad un imponente cordone di agenti è stato evitato il peggio.

“L’ho ammazzata perché premeva per mettere in atto l’uccisione di tutta la mia famiglia. Poi volevamo fuggire a Milano L’ho uccisa con un coltello che Noemi aveva con sé quando è uscita dalla sua abitazione” avrebbe dichiarato il ragazzo che poi ha aggiunto: “Ero innamoratissimo di lei”. Dichiarazioni che sono state ritenute credibili.

“L’assassino di Noemi saluta e ride? Spero che in carcere gli facciano passare la voglia”, questo il commento di Matteo Salvini, segretario della Lega Nord commentando l’omicidio di Noemi, assassinata brutalmente dal suo fidanzato.