Ha dell’incredibile quanto accaduto all’ospedale di Casarano, in provincia di Lecce, dove una donna ha partorito per strada dopo essere stata respinta dall’ospedale. Lei, che si trovava alla 34esima settimana di gravidanza, non è stata ricoverata poiché, secondo la dottoressa di turno, il suo parto non era imminente e, a causa del blocco dei ricoveri imposto dal piano di ordino degli ospedali, è stata mandata via. Peccato che, una volta uscita dalla struttura, si sono rotte le acque ed ha (quasi) partorito in strada. Ora la madre e la piccola stanno bene grazie all’intervento tempestivo dei medici.

Il ricovero non è stato possibile poiché, a seguito della chiusura del reparto di ostetricia prevista con l’accorpamento dell’ospedale di Gallipoli, sono stati ridotti sensibilmente il numero di ricoveri nel nosocomio. La partoriente, dunque, dopo essere stata visitata una prima volta, è stata invitata ad andare a ricoverarsi a Tricase ma non ha fatto in tempo. In preda a forti dolori, in prossimità del pronto soccorso di Casarano, ha partorito in strada. Accanto al lei il marito che ha chiesto aiuto.

Notata dal vigilante del pronto soccorso, è stata portata d’urgenza in reparto dove poi è stata assistita dai sanitari che le hanno consentito di mettere al mondo – con tutta tranquillità – la sua bimba.