Non conosce la temperatura esatta per cucinare un pollo al forno, così chiama la polizia per chiedere informazioni. È solo una delle tante telefonate singolari ricevuti dalle autorità del distretto di Cumbria, nel Regno Unito, pronte ora a una campagna di sensibilizzazione: occupare indebitamente le linee di emergenza, infatti, potrebbe essere fatale per chi dovesse davvero aver bisogno di aiuto.

Depliant informativi verranno distribuiti direttamente nelle stazioni di polizia, nel mentre verrà avviata una campagna social per sensibilizzare le persone all’utilizzo consapevole dei numeri di emergenza. Sempre più di frequente, infatti, i cittadini chiamerebbero il 999 per questioni del tutto banali: oltre al pollo, si segnalano richieste per il numero del radiotaxi, indirizzi stradali e molte altre questioni che non competono alla polizia. «Può sembrare divertente – spiega il Sovrintendente capo Steve Johnson – ma tutto ciò potrebbe averci impedito di parlare con qualcuno che aveva bisogno di una risposta urgente». Anche sul sito della polizia locale verranno fornite informazioni, perché il pubblico sembra faticare nel distinguere le situazioni d’urgenza da altre, invece, del tutto banali: «Ad esempio quando qualcuna trova un cane randagi, ha problemi di parcheggio o vuole denunciare la perdita di un oggetto: non sono questioni della polizia, vogliamo quindi educare il pubblico su dove invece rivolgersi, contattando la corretta organizzazione».

Fonte: Mirror