Dopo il messaggio inviato a due ragazzi di Napoli che avrebbero voluto trascorrere una piacevole vacanza a Vibo Valentia (“No gay e animali”), arriva un altro annuncio choc, stavolta in Salento, dove su un b&b ha specificato di non voler ospitare omosessuali, neppure se sposati. “Niente casa in affitto a persone che aderiscono all’ideologia gender e coppie omosessuali, anche se unite dal rito civile” si legge (o meglio, si leggeva). Siamo a San Foca, nel Salento, dove i proprietari di un appartamento vicino al mare avevano precisato di non voler avere gay come clienti (ed ospiti) della loro struttura.

No gay anche se sposati

“La notizia dell’annuncio omofobo in una struttura turistica del Salento ci indigna. Proprio quella indignazione porteremo nelle strade il prossimo 19 agosto a Gallipoli per il Salento Pride, la manifestazione che chiude la stagione dell’Onda Pride. Il nostro orgoglio sarà la rappresentazione palpabile della sconfitta di tutti questi omofobi” è il commento del presidente di Arcigay Salento, Roberto De Mitry. Per il presidente nazionale Piazzoni “è indispensabile mettere in campo un intervento strutturale e normativo che escluda l’omotransfobia così come tutti i razzismi dall’esercizio di servizi destinati al pubblico, anche se messi in campo da privati”.

Il sito che ospitava l’annuncio choc del b&b incriminato ha reso di aver bloccato l’inserzionista che, dunque, non potrà più pubblicare nulla.