È divenuto suo malgrado un idolo dei social network, grazie a una condivisione divenuta immediatamente virale. Un’attenzione dai media online che ne ha permesso il salvataggio, oltretutto, poiché il pesce protagonista della vicenda era destinato alla pentola. Il tutto accade in Cina e la ragione è decisamente singolare: le macchie presenti sul dorso e sul muso dell’animale, infatti, ricorderebbero un volto umano.

Il pesce, una carpa, è stato pescato nei pressi della città cinese di Wugang da Qiu Xiaohua, il proprietario che ne ha condiviso le immagini online. E ora l’uomo spera di poter raccogliere un piccolo bottino dalla vendita dell’esemplare, considerato come nel 2010 un pesce analogo sia stato ceduto per la ben nutrita somma di 50.000 dollari. Qiu, un dipendente di una scuola elementare locale, aveva pescato il pesce per cucinarlo ma, una volta immesso nel lavandino di casa, ha notato i singolari colori e la conformazione “umana” delle sue macchie. Così, informandosi in Rete, ha scoperto come esista una fitta rete di appassionati di simili carpe in Asia, pronti a sborsare qualsiasi cifra per gli esemplari originali. L’ignaro pesce non è quindi finito in pentola, ma verrà forse trasferito presto nell’acquario di qualche facoltoso acquirente. Nel frattempo, la vicenda è divenuta virale sui social network, tanto che richieste d’adozione sono giunte da tutto il mondo.

Fonte: Metro