La notte dei musei 2016 si terrà sabato 21 maggio, quando i luoghi che parteciperanno all’iniziativa resteranno aperti per tre ore oltre l’orario consueto al prezzo simbolico di 1 euro.

Diversi i musei che, oltre a dare la loro adesione, hanno predisposto spettacoli ed iniziative dedicate ai più piccoli.

Così come spiegato da Dario Franceschini all’interno di un comunicato, “Cittadini e turisti potranno godere della bellezza del nostro patrimonio in una notte che unisce idealmente nel nome della cultura oltre trenta paesi europei”.

Alla precedente edizione hanno partecipato 3mila musei distribuiti nell’area Ue. L’elenco completo dei musei che resteranno aperti fino a tardissima ora si trova sul sito ufficiale del ministero dei beni culturali.

Tra gli istituti che partecipano alla notte dei musei ci sono La pinacoteca di Brera, la galleria nazionale d’arte moderna di Roma, la galleria nazionale delle Marche di Urbino, gli scavi di pompei, la galleria degli uffizi di Firenze, il museo archeologico nazionale di Napoli.

La presidenza del consiglio dei ministri ha ricordato che l’iniziativa è giunta alla dodicesima edizione ed è posta sotto il patrocinio del Consiglio d’Europa, dell’Unesco e dell’ICOM.

“Al fine di valorizzare l’Identità culturale europea, si colloca a ridosso dell’International museum day, evento annuale promosso dall’ICOM fin dal 1977 e rivolto alla valorizzazione dei Musei e del Patrimonio culturale”.