La Notte rosa è la grande festa dell’estate, il capodanno estivo in Riviera. Fortemente voluto da Andrea Gnassi, sindaco della città di Rimini, l’evento, studiato sulla falsariga delle ormai conosciutissime notti bianche, è in auge dall’estate 2007 e si tiene annualmente sulla riviera romagnola nel primo weekend di luglio. Per l’occasione tutta la costa si tinge di rosa: dal tramonto all’alba è un susseguirsi di luci, suoni, immagini, colori, concerti, performance teatrali, reading, installazioni, convegni, mostre, spettacoli e magiche scenografie. Tutto il sistema dell’accoglienza e dell’ospitalità si mette in gioco per offrire una notte indimenticabile e un’immagine autentica della Riviera, viva, positiva e dinamica.

La prima edizione della Notte Rosa si è svolta nel luglio 2006, dato il grande successo di pubblico fu riproposta anche l’anno seguente, divenendo da quel momento un appuntamento fisso dell’estate romagnola. Nell’edizione del 2010, dato l’enorme numero di persone che vi parteciparono, fu infine deciso di estendere a due le nottate di festa, così che oggi viene festeggiata il venerdì e il sabato del primo weekend di Luglio: oltre 110 Km di costa, da Comacchio a Cattolica, si danno appuntamento per le strade per festeggiare insieme l’arrivo dell’estate. (SCOPRI QUI TUTTI GLI EVENTI IN PROGRAMMA PER L’EDIZIONE 2014)

Il nome “Notte Rosa” fu deciso in somiglianza delle tradizionali “notti bianche” che si svolgono in tutto il mondo, ma a differenza di queste, che comprendono una sola città, la festa romagnola è la festa di una intera area geografica, vi prendono parte tutta la riviera romagnola, i lidi ferraresi e altre città dell’entroterra, compreso San Marino. A differenza delle tradizionali notti bianche, l’edizione romagnola è inoltre strettamente legata al territorio: la piadina venduta in strada e nei locali è condita con salsa rosa, i locali e le strutture sono addobbati con festoni rosa, le luci dei lampioni, i fuochi d’artificio sincronizzati lungo le coste e molti edifici importanti sono anch’essi resi rosa durante il periodo dell’evento. Oltre al divertimento, i temi portanti sono il sentimento e tutto ciò che gira intorno al mondo femminile: da questo il colore rosa, un colore che racconta la Riviera come luogo di incontro, dell’ospitalità, della gentilezza, delle relazioni, dei sentimenti, un luogo dove ancora è forte il senso di appartenenza ad una comunità capace di accogliere.

Ogni località interpreta così il tema in modo creativo ed unico, per regalare al pubblico una notte di intense emozioni, una notte in cui la Riviera diventa un grande palcoscenico dove tutti sono protagonisti del rito collettivo più originale dell’estate.

photo credit: kylewagaman via photopin cc