La band inglese degli Skunk Anansie si prepara a tornare con un nuovo album, il quinto, preceduto dal singolo ‘I believed in you’ uscito proprio in questi giorni.

Quanto invece all’uscita del disco, ‘Black traffic’, dovremo invece aspettare il 25 settembre.

Il singolo ‘I believed in you’, come spiega la band stessa, racconta lo stato d’animo degli elettori nei confronti dei politici, “credo che molte persone siano state deluse dai loro leader – afferma il gruppo – Tutti vogliono votare, ma per chi? Sbagliano tutti perché alla fine interessa di più pensare alla loro posizione come politici che elevare la posizione del paese che stanno rappresentando”.

Il brano si inserisce dunque in un contesto politico sociale in cui molti italiani, e non solo, sapranno rispecchiarsi.

Il disco, che uscirà per la Carosello Records in Italia, è stato prodotto dalla stessa band e da Chris Sheldon, già produttore di gruppi come i Foo Fighter, ed è stato mixato da Jeremy Wheatley e Adrian Bushby.

Dopo la pausa tra il 1999 e il 2011, anno di ritorno con il disco ‘Wonderlustre’, sembrerebbe proprio che gli Skunk Anansie abbiano ritrovato l’energia giusta per produrre nuova musica.