I numeri che contano: 30 senatori, 29 deputati. A questi si aggiungono 7 parlamentari europei, 16 assessori e 88 consiglieri regionali, più il presidente della Regione Calabria, Scopelliti; più, ovviamente, 5 ministri.

Sono questi gli uomini e le donne di Angelino Alfano, raccolti sotto il nome di Nuovo centrodestra. Una pattuglia (foto by InfoPhoto) con cui continuare ad appoggiare il Governo di Enrico Letta e fare da freno alla spinta in direzione opposta annunciata da Silvio Berlusconi con la sua rinata Forza Italia. Per la prima volta si sono riuniti tutti, in una convention che ha aperto una giornata caldissima, quello del 23 novembre, chiusa poi dalle invettive del Cavaliere.

La strategia di Alfano è stata spiegata sul palco allestito a Roma, in piazza di Pietra: “Abbiamo un grande obiettivo: prima di Natale almeno un circolo in ciascuno degli 8.100 comuni italiani. Non ci siamo staccati dal centrodestra, ma non aderiamo a Forza Italia che non è più quella che abbiamo conosciuto nel ’94. Il Nuovo centrodestra sarà il valore aggiunto che farà vincere la coalizione alternativa alla sinistra“.

La data ufficiale di “lancio”  di questo nuovo partito sarà il 7 dicembre.