Se il più stretto collaboratore del presidente del Consiglio alla prima apparizione televisiva parla di aumentare le tasse, come pensate che l’abbia presa il suo capo? Non bene.

Graziano Delrio, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, ospite della trasmissione “In mezz’ora” di domenica 23 febbraio, quindi giocando su terreno amico, ha detto che potrebbe arrivare un aumento della tassazione sui Bot.

Il suo boss, Matteo Renzi, ha dovuto bacchettarlo per essere stato troppo diretto. Infatti nella serata la presidenza del Consiglio ha diffuso un comunicato decisamente equilibrista, molto diverso dallo stile aggressivo che il nuovo premier coltiva davanti alle telecamere: “L’orizzonte del governo è quello di una riduzione della pressione fiscale attraverso una rimodulazione delle rendite finanziarie e delle tasse sul lavoro“.

Cosa significa? Lo spiegherà il capo del Governo (foto by InfoPhoto) nel pomeriggio del 24 febbraio, quando alle 14 si presenterà di fronte al Senato per illustrare il suo programma e chiedere la fiducia. Se dovessimo basarci semplicemente sul testo, dovremmo concludere che per ridurre le tasse sul lavoro aumenteranno quelle sulle rendite finanziarie. Delle quali fanno parte anche gli interessi sui Bot. Ma non è quello che aveva detto Delrio? Mistero.