Il nuovo paniere Istat 2015 è stato aggiornato con l’aggiunta di nuovi prodotti e l’eliminazione di altri, il tutto all’insegna della rilevazione dei prezzi al consumo. E così si scopre che l’istituto nazionale di statistica ha aggiunto al proprio paniere tutti quei prodotti che non contengono glutine, lasciando intendere che ormai vi è una richiesta piuttosto importante di tale tipo di alimenti e di conseguenza, che sta aumentando il numero di soggetti affetti da celiachia.

Fra gli altri prodotti alimentari inseriti nel nuovo paniere Istat 2015, vi è anche la birra analcolica, la cui offerta commerciale risulta essere sempre più ricca, ma anche il caffè al ginseng. Fra le novità più interessanti, vi sono senza dubbio il car sharing e il bike sharing, entrambi servizi che coinvolgono un numero sempre maggiore di utenti, alla ricerca sia di risparmio sia di soluzioni che possano aiutare a preservare l’ambiente. Nel settore dell’assistenza fiscale fa invece la sua comparsa l’assistenza fiscale per il calcolo delle imposte sull’abitazione, che va ad affiancarsi a quelle per la dichiarazione dei redditi e alla persona.

Per quanto riguarda invece i prodotti fuoriusciti dal nuovo paniere Istat 2015, fra questi vi sono il navigatore satellitare, l’impianto Hi-Fi e i corsi di informatica. Non significa che i consumatori abbiano smesso di usufruire di questi prodotti o servizi ma che la spesa impiegata per essi, ormai, è piuttosto minima.

Sempre secondo il nuovo paniere Istat 2015, si abbassa di molto la spesa per abbigliamento e calzature nonché per i trasporti, i mobili, tutti gli articoli e i servizi per la casa, servizi ricettivi e di ristorazione. Infine, cala anche la spesa per spettacoli e cultura. In tutti, il nuovo paniere Istat 2015 si compone di 1.441 prodotti (contro i 1.447 del 2014), aggregati poi in 618 posizioni rappresentative.

Foto: InfoPhoto