Queste sono delle brevissime note biografiche dei personaggi maggiormente citati in queste settimane come possibili successori di Giorgio Napolitano alla presidenza della Repubblica e da noi selezionati nel sondaggio che vi proponiamo. Non è detto che il nuovo Capo dello Stato esca necessariamente da questi nomi.

Massimo D’Alema: è nato il 20 aprile 1949 a Roma. Sue padre, Giuseppe, fu partigiano e successivamente deputato del Partito comunista italiano. E’ in questo partito che il giovane Massimo è nato politicamente, per poi trascorrervi l’intera sua carriera, nelle varie declinazioni. Diplomato al Classico, studiò Lettere alla Normale di Pisa, ma rinunciò poco prima della laurea per seguire l’attività politica. Percorse l’intera trafila dirigenziale del Pci. Arrivò ai vertici nel 1983, quando entrò nella direzione nazionale. Diresse anche il quotidiano ufficiale del partito, L’Unità, dal 1987 al 1990. Entrò alla Camera per la prima volta nel 1987. Nel 1994 diventò segretario del partito, il cui nome si era trasformato in Pds. Fu presidente del Consiglio dal 1998 al 2000. Sostenendo l’intervento della Nato in Kosovo si scontrò con l’ala più comunista della sua coalizione. Fece parte del Parlamento europeo dal 2004 al 2006 con l’Ulivo. Tornò al Governo italiano nel 2006, come ministro degli Esteri di Prodi. Il suo nome circolò come candidato alla successione di Ciampi al Quirinale, ma incontrò molte resistenze. E’ tra i fondatori del Partito democratico, con cui è stato deputato fino al 2013. Non si è ricandidato alle recenti elezioni.

Trovate gli altri nomi del sondaggio a questo link.