Update ore 9.00: Pierluigi Bersani ha proposto il nome di Romano Prodi quale nuovo Presidente della Repubblica. Questo quanto uscito dalla riunione del Partito Democratico che si sta tenendo in questi minuti. Applausi da tutto il Pd.

Update 8.15: alla riunione non parteciperà, come previsto, Matteo Renzi

Quanto accaduto ieri non era facile da prevedere ma lo si poteva immaginare. Che il Pd fosse a pezzi era evidente non solo dalle dichiarazioni contrastanti dei suoi vertici ma anche e soprattutto dalle reazioni dei suoi militanti, sulle piazze reali quanto su quelle virtuali. Un’ondata di sdegno alla candidatura Marini è corsa sui social network mentre in Toscana e in Emilia è partito “Occupy Pd”, con l’occupazione di alcune sedi del partito. Così oggi si ricomincia, cambiando le carte in tavola.

Fra pochissimo, alle 8 nel cinema Capranica di Roma, una nuova riunione dei grandi elettori dovrebbe mettere in campo un altro nome, dopo il fallimento di quello del sindacalista che ha raccolto l’approvazione del Pdl, approvazione che più di tutto ha scatenato la dura reazione dei militanti. Come si sceglierà non è ancora chiaro, si parla perfino di primarie. Quel che è certo, è che sta tornando in campo prepotentemente il nome di Romano Prodi (foto by Infophoto). Un candidato per il quale il Movimento Cinque Stelle ha già dato il suo via libera, visto che è comunque uno della rosa di nove nomi scelti con le “Quirinarie”.

Saltano fuori anche le carte D’Alema e Mattarella, ma sembrano nomi su cui sarà difficile convergere. Scelta Civica, intanto, ha lanciato una nuova candidatura, quella del ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri. Difficile visto il “gran” successo che riscuotono le donne in politica in Italia, anche la pluriacclamata Emma Bonino, alla fine, è rimasta fuori dai giochi. Per vedere come andrà a finire non resta che aspettare la fine della giornata. Alle 10 è in programma la terza votazione, nel pomeriggio la quarta, con l’abbassamento del quorum, potrebbe finalmente dirci chi sarà il nuovo inquilino del Quirinale.