Matteo Renzi non condivide l’idea, di Pierluigi Bersani, di presentare Franco Marini quale nome candidato per il prossimo Presidente della Repubblica. E il sindaco di Firenze è seguito anche da Nichi Vendola, contrario anche al governissimo con il Pdl.

Franco Marini, 80 anni, ex segretario generale Cisl ed ex presidente del Senato, trova d’accordo una parte del Pd, Pdl e Scelta Civica: “Sarebbe un dispetto al Paese – le parole di Renzi, ospite de Le Invasioni Barbariche – si sceglie una persona più per le esigenze degli addetti ai lavori che per il Paese”. Intanto anche Beppe Grillo si mostra scettico: “Secondo me faranno presidente Amato – ha detto il leader del M5S – noi insisteremo su Rodotà. Anche Gino Strada era entusiasta di Rodotà”.

Da oggi via alle votazioni: due scrutini al giorno, uno alle 10 e l’altro alle 15. Ogni votazione (compreso lo spoglio) durerà circa quattro o cinque ore. Gli elettori sono 1007: maggioranza di due terzi nelle prime tre votazioni (672 voti), dalla quarta maggioranza assoluta (504 voti).